Industry 4.0



Oltre le macchine. L'uomo al centro dei processi.
La vera innovazione del sistema industriale è la capacità di integrare le competenze delle risorse aziendali con nuove soluzioni digitali. Le macchine sono il fattore accelerante dei processi innovativi; nel mezzo ci sono le persone che animano le aziende.

Cos'é Industry 4.0?



L’innovazione 4.0 non consiste nell’introduzione di una nuova tecnologia prima non presente, ma nel sapere combinare le diverse tecnologie giunte ormai a piena maturazione per integrare il sistema di fabbrica e l’intera supply chain in modo da renderli un sistema il più possibile integrato da un punto di vista logistico e interconnesso, in cui macchine, persone e sistemi informativi collaborano per fornire ai clienti prodotti e servizi in modo sempre più efficiente.
L’obiettivo é quello di creare valore sia per il cliente che per l’accuratezza e la puntualità con cui si possono gestire informazioni rilevanti connesse alla fruizione dei servizi/prodotti e non solo quindi per le loro prestazioni e la qualità.



Le tecnologie abilitanti

Le tecnologie abilitanti il paradigma 4.0 sono molteplici, sintetizzabili in tre ambiti:
1. Disponibilità di dati digitali e analitica dei Big Data: l’elaborazione e l’analisi di quantità enormi di dati (big data) a costi sempre più bassi (sensoristica a basso costo e cloud computing) permette decisioni e previsioni migliori su produzione e consumi basati anche sull’utilizzo di strumenti di virtualizzazione del processo produttivo, prototipazione rapida e intelligenza artificiale
2. Robotica e automazione avanzata: nuove possibilità di interazione complessa uomo-macchina permettono una riduzione degli errori, dei tempi e dei costi e un miglioramento della sicurezza dei processi anche attraverso la nuova manifattura additiva
3. Connettività spinta: l’intera catena del valore è interconnessa attraverso dispositivi e sensoristica intelligente (internet of things) utilizzando reti di connessione di nuova generazione

​Siamo sicuri che la 4° rivoluzione industriale sia un fatto prettamente tecnologico?

Il valore che stiamo portando come WTCO

Non solo tecnologie dunque!
Come WTCO riteniamo che sia fondamentale supportare gli imprenditori e le loro prime linee nella presa di visione di ciò che Industry 4.0 è realmente. Non dall’acquisto di tecnologie si deve infatti partire per avviare un proprio progetto Industry 4.0, ma dalla presa di coscienza delle proprie lacune interne nella gestione dei propri processi per avviarne in primis un loro miglioramento organizzativo e, solo parallelamente, un progetto di affiancamento delle corrette e più efficaci tecnologie, al fine di esser più flessibili, veloci e pronti a fornire risposte e servizi agli utilizzatori dei prodotti o servizi che si realizzano.

L’analisi delle criticità, la valutazione dei rischi e la predisposizione di azioni compensative sono attività che non possono essere trascurate o improvvisate.
Come in ogni progetto, si deve prender atto dello stato 0 da cui si parte e del valore che di vuol creare con un progetto Industry 4.0 su cui si vuol investire.
Spesso le principali criticità non sono legate a fattori tecnici o economici, bensì organizzativi e culturali: il coinvolgimento di figure esterne e con competenze integrate di tecniche organizzative, strumenti informatici, strumenti Industry 4.0 e tecniche di analisi di big data, permette fin dall’inizio la valutazione di tutte le criticità ed opportunità di un progetto, che non si può esaurire nell’arco di un solo esercizio fiscale, ma che deve diventare un asset stabile dell’impresa.

L'approccio WTCO

1. Assessment per valutare la maturità digitale dell’azienda
- Analisi dettagliata e valutazione dello stato di gestione dei processi interni aziendali legati alle Operations di fabbrica e del relativo flusso delle informazioni e verifica che le scelte progettuali già definite rispettino quanto previsto dal modello Industry 4.0
- Individuazione di eventuali aree di miglioramento del master plan già individuato e supporto nella scelta di soluzioni tecniche e/o informatiche che possano permetter il raggiungimento delle specifiche tecniche minime richieste dal modello Industry 4.0
- Definizione delle priorità di intervento insieme alla Direzione Aziendale sulla base degli obiettivi che si vogliono raggiunger nel breve e medio periodo

2. Valutazione tecnica puntuale degli investimenti in beni strumentali previsti dall’azienda e verifica della loro compliance rispetto ai requisiti minimi previsti dalla Legge di Bilancio per l’anno 2017 con redazione di una relazione tecnica per ogni bene oggetto di valutazione che dia conto del rispetto dei requisiti tecnici previsti e ne rappresenti l’interconnessione con il sistema di fabbrica attraverso un opportuno diagramma di flusso

3. Asseverazione giurata della relazione tecnica sopra descritta da parte di un nostro professionista abilitato all’Ordine degli Ingegneri all’atto dell’avvenuta interconnessione dei beni per i quali si vuol accedere ai benefici fiscali previsti, una volta che questi vengono installati, settati e messi in funzione presso l’azienda